Aumentano le compravendite ma non i prezzi delle case –

Aumentano le compravendite ma non i prezzi delle case –

Gli sviluppi economici positivi e i tassi di interesse ai minimi storici hanno supportato il mercato immobiliare italiano, ma non hanno ancora provocato un aumento del prezzo degli immobili. È quanto si legge in un report sul mercato immobiliare pubblicato da S&P Global Ratings, in cui si sottolinea che «le compravendite di immobili sono in aumento, al +5% nei 12 mesi a settembre 2017, nonostante il ritmo di crescita sia più lento rispetto a quello del 2016». Il tempo medio necessario per vendere una proprietà residenziale è sceso a 7,5 mesi nel terzo trimestre del 2017 dagli 8,9 precedenti. In questo contesto, le elezioni di marzo «potrebbero portare a un periodo di incertezza, con potenziali ripercussioni sull’economia e sul mercato immobiliare. Nel medio termine, le prospettive sulla crescita dipendono dall’efficacia con cui il nuovo governo riuscirà a implementare ulteriori riforme». Tornando all’andamento del mercato, è ancora in calo quello delle abitazioni residenziali preesistenti, i cui prezzi sono scesi dell’1,3% anno su anno nel terzo trimestre 2017. Per il mercato delle nuove costruzioni, invece, la situazione è migliore, con i prezzi in rialzo dello 0,6% anno su anno. Tuttavia, le nuove proprietà immobiliari rappresentano solo il 19% di tutte le compravendite del 2017, in calo rispetto al 34% del 2010.