Limitare la partecipazione delle banche nelle società di intermediazione immobiliare –

Limitare la partecipazione delle banche nelle società di intermediazione immobiliare –

La Fiaip torna sullo spinoso problema dell’ingresso degli istituti di credito nel mondo immobiliare. Secondo il presidente Marco Righi “le banche non possono detenere partecipazioni nelle società immobiliari e diventare agenti immobiliari perché ognuno deve fare il proprio mestiere ed è necessario vietare o almeno limitare al 10% la partecipazione delle banche nelle società d’intermediazione immobiliare”. La Fiaip vede nel disegno di legge sulla concorrenza “un’occasione per disciplinare questo settore di attività” e evitare i possibili conflitti di interesse delle banche.

Non si comprende perché si voglia mettere il mercato immobiliare nelle mani della finanza. Questo fatto potrebbe modificare completamente l’assetto socio-economico di un intero comparto, che oggi rappresenta il 20% del Pil. Ciò significherebbe per l’esecutivo ripetere gli stessi errori del 2008, anno che  visto scatenarsi la più grande crisi mondiale dell’economia.