Riparte il mercato immobiliare: +9,6% le compravendite –

Riparte il mercato immobiliare: +9,6% le compravendite –


Dopo anni caratterizzati dal segno “meno” e dalla sostanziale immobilità del mercato immobiliare milanese e monzese, i primi nove mesi del 2015 hanno fatto segnare un’inversione di tendenza con una crescita del 9,6% delle compravendite rispetto allo stesso periodo del 2014. A Milano, dunque, riparte il mercato della casa e lo fa con maggiore impeto rispetto a quanto avviene nel resto del Paese (+ 5,3% rispetto al dato nazionale).
È quanto emerge dalla rilevazione dei prezzi degli immobili sulla piazza di Milano e Provincia realizzata dalla Camera di commercio di Milano, in collaborazione con gli agenti rilevatori “Fimaa Milano Monza & Brianza”. «Registriamo un certo fermento sul numero delle compravendite. E per il 2016 possiamo ipotizzare un aumento costante delle transazioni», è il commento di Marco Dettori, presidente di TeMa, società partecipata dalla Camera di Commercio di Milano. Sia a Monza che a Milano i prezzi delle case sono rimasti sostanzialmente invariati nel corso del secondo semestre del 2015: per esempio rispetto ai sei mesi precedenti la flessione media dei prezzi è dello 0,2% per gli immobili residenziali nuovi. Ma se i prezzi restano sostanzialmente invariati, che cosa spinge sempre più persone a comprare casa? Da un lato è stata determinante la riapertura dei canali del credito per l’acquisto delle abitazioni. «C’è poi la riduzione del divario tra le aspettative dei venditori e la disponibilità a pagare dei potenziali acquirenti», aggiunge Dettori, che evidenzia poi un terzo elemento: «La presenza di un prodotto nuovo di qualità a prezzi accessibili». Una coincidenza di fattori di cui «la domanda interna deve approfittare, sfruttando una convergenza di condizioni che potrebbe non durare a lungo», conclude Dettori. In base alle rilevazioni TeMa, negli ultimi cinque anni i cali di prezzo più significativi si sono registrati soprattutto nelle zone centrali delle due città.