Sconti fiscali per la casa nel 2016 –

Sconti fiscali per la casa nel 2016 –

Confedilizia ha diffuso in questi giorni una nota relativa agli sconti fiscali per la casa nel prossimo anno.

La prima e più discussa delle esenzioni è quella legata alla TASI che non sarà più dovuta per le abitazioni principali. Nel testo della legge di stabilità sono anche state riconfermate, oltre a quelle per la riqualificazione energetica, anche le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni; in merito a questo capitolo, il tetto massimo è stato fissato a 96 mila euro per il 2016 (con detrazione Irpef del 50%) e, per il 2017, a 48 mila euro.

Favoriti anche l’acquisto di mobili, questa volta con un tetto massimo fissato a 16 mila euro per le giovani coppie che hanno acquistato la loro prima casa, e quello di elettrodomestici di classe massima, tetto fissato a 10 mila euro.

Particolarmente importante anche il bonus fiscale riconosciuto a chi pone in essere lavori mirati alla ristrutturazione in chiave antisismica di edifici che costituiscano abitazione principale o, comunque, siano adibiti ad attività produttiva e si trovino in aree del Paese a riconosciuto pericolo sismico. In questo caso la detrazione Irpef è del 50% e il tetto massimo, come per le ristrutturazioni, ha valore diverso per il 2016 e il 2017; 96 mila euro nel primo caso, 48 mila nel secondo.