Tassi bassi e prezzi in calo rianimano il mercato –

Tassi bassi e prezzi in calo rianimano il mercato –

Tassi a zero e prezzi in discesa stanno aiutando il mercato immobiliare italiano a rialzarsi: il 2015, certifica il rapporto sul mattone realizzato dall’Agenzia delle Entrate in collaborazione con l’Associazione bancaria, si è chiuso con 449mila compravendite. Rispetto ai minimi toccati nel 2013 le compravendite hanno segnato un rialzo del 10,6%, ma nel confronto con gli “anni d’oro” (il picco sono state le 877mila compravendite del 2006) il mercato è ridimensionato di quasi il 49%. Buona parte del merito va alle politiche monetarie espansive della Bce che hanno permesso un ulteriore calo del tasso medio dei mutui, sceso l’anno scorso al 2,75% rispetto al 3,40% del 2014. Altra parte del merito va alla discesa dei prezzi. Nel 2015 il prezzo medio delle case è sceso di un altro 2,4% portando a -14,4% la svalutazione del mattone (senza considerare l’inflazione) rispetto ai picchi del 2010.